You are on page 1of 1

Tra gli anni 50 e gli anni 60 si sviluppa un crescente interesse scientifico nei confronti delle sostanze psichedeliche.

Da un lato diversi studi si preoccupano di indagare tali sostanze come modello artificiale di psicosi, mentre dallaltro diversi autori propongono lutilizzo delle sostanze psichedeliche come strumento terapeutico. In questottica gli allucinogeni, tra cui in particolare lLSD, vengono a costituirsi come strumenti capaci di accellerare il processo psicoterapeutico, ed accorciare i tempi per il trattamento di vari disturbi. Diversi studi hanno mostrato risultati posiviti nel trattamento di patologie quali, nevrosi, disturbi di personalit, deviazioni sessuali, sociopatie e tossicodipendenze. Il successo ottenuto ha condotto ad un proliferare di psicoterapie che utilizzavano tali sostanze, tra cui le pi importanti furono la terapia psichedelica e la terapia psicolitica. Verso la fine degli anni 60 la psicoterapia con sostanze psichedeliche si rivolse ad una nuova area di intervento, il trattamento dellansia e della depressione in pazienti terminali. Nello stesso periodo la diffusione degli allucinogeni, al di fuori del contesto scientifico porta allinserimento di tali sostanze nella Tabella I delle sostanze stupefacenti, nella maggior parte dei paesi occidentali. Di conseguenza la ricerca in tale campo diviene sempre pi difficile fino a cessare del tutto. A distanza di circa trentanni, sta nascendo un nuovo interesse per il potenziale terapeutico delle sostanze psichedeliche. Grazie allo sviluppo delle neuroscienze e di nuovi strumenti quali, le tecniche di neuroimaging, nonch alle acquisizioni neurofarmacologiche pi recenti possibile condurre studi pi rigorosi dal punto di vista metodologico. Le ricerche analizzate riguardano il trattamento dellalcolismo e della dipendenza da eroina attraverso la terapia psichedelica con ketamina. Altri studi si preoccupano di indagare, da un punto di vista essenzialmente farmacologico, il trattamento delle depressioni resistenti attraverso infusioni di ketamina. La psilocibina viene utilizzata per il trattamento del disturbo ossessivo compulsivo (DOC), dellansia e della depressione associata a tumori allo stadio terminale. Mentre la psicoterapia con MDMA proposta per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress (PTSD) resistente alle terapie convenzionali. I risultati di questi primi studi sono positivi e confermano i suggerimenti terapeutici delle prime ricerche.