You are on page 1of 4

Lingua araba IB Facolt di Lingue e letterature straniere, Universit degli Studi di Bergamo GRAMMATICA

IL SISTEMA VERBALE aspetti, tempi e modi Il sistema verbale in arabo caratterizzato dallesistenza di due aspetti fondamentali: il PERFETTO (o
PERFETTIVO),

che indica la compiutezza di eventi, azioni e stati, e lIMPERFETTO (o

IMPERFETTIVO),

che ne indica lincompiutezza. Nel primo caso si adotta una coniugazione esclusivamente a suffissi, nel secondo una coniugazione mista, a prefissi e suffissi. Spesso il perfetto esprime il passato e limperfetto il presente; lazione passata sar al perfetto, se considerata nella sua compiutezza, e quella presente, legata al momento in cui se ne parla, avr la coniugazione dellimperfetto. Limperfetto (al-muri), tuttavia, pu esprimere azioni o stati sia del passato sia del futuro: 1) affermazioni generali senza connotazione temporale; 2) abitudini o iterazioni, passate o presenti; 3) forme di durata; 4) frasi circostanziali; 5) affermazioni riguardanti il futuro; 6) frasi subordinate rette da verbi che esprimono possibilit, desiderio. Il perfetto (al-m), daltro canto, utilizzato anche 1) nel periodo ipotetico, 2) nella resa del futuro anteriore, 3) nellottativo, 4) con verbi che esprimono emozione e cognizione e 5) con verbi performativi. La collocazione dellazione (o dello stato) nel tempo non quindi definita dal tipo di coniugazione adottata. Limperfetto si distingue in tre modi: indicativo: al-muri al-marf congiuntivo: al-muri al-manb apocopato: al-muri al-mazm Luso di uno o dellaltro modo determinato da distinzioni semantiche che riguardano categorie come labilit, lobbligo, la possibilit. Accanto alle coniugazioni a suffissi e a prefissi, ricopre unimportante funzione, anche per il largo uso che se ne fa nelle lingue parlate, il participio. Morfologicamente, il participio attivo (ism al-fil) o passivo (ism al-mafl) nome o aggettivo e, come tale, sostiene i marcatori della flessione nominale, ma, al pari di un verbo, pu governare un oggetto. Non ha una connotazione temporale, se astratto dal contesto. In mancanza di marcatori temporali, il valore semantico di base del verbo fondamentale per linterpretazione; per esempio verbi di senso dinamico spesso si riferiscono al futuro, mentre altri, di senso statico, indicano una situazione legata al momento di locuzione.

Lucia Avallone

a.a. 2011-2012

Lingua araba IB Facolt di Lingue e letterature straniere, Universit degli Studi di Bergamo GRAMMATICA

UN ESEMPIO DI CONIUGAZIONE: verbo lavorare:amila yamalu ml (a) In arabo il verbo espresso nella sua forma base con la terza persona singolare del perfetto; nei vocabolari, accanto al perfetto, si indica la vocale caratteristica dellimperfetto, che varia da un verbo allaltro. Sar quindi necessario imparare fin da subito la voce del perfetto e quella dellimperfetto. PERFETTO, coniugazione a suffissi:
io ho lavorato lavorai tu hai lavorato lavorasti (M) tu hai lavorato lavorasti (F) egli ha lavorato lavor ella ha lavorato lavor noi abbiamo lavorato lavorammo voi avete lavorato lavoraste (M) voi avete lavorato lavoraste (F) essi hanno lavorato lavorarono esse hanno lavorato lavorarono voi due avete lavorato lavoraste (M) loro due hanno lavorato lavorarono (F) an anta anti huwa hiya na|nu antum *antunna hum * hunna * antum am il -t u am il -t am il -t am ila am il -a t am il -n am il -tu m am il -tun na am il - am il -na am il -tu m am il - * hum am ila -t
a

* Queste voci verbali non sono utilizzate nella lingua parlata, ma ricorrono nei testi scritti.

Si osservi con attenzione il procedimento di coniugazione a suffissi: (// ) ( )

( ) //

( //////( )/ / /// )
il suffisso indica la persona (numero e genere); la III p. M. sing. presenta le radicali senza alcun suffisso la radice ha vocalizzazione fissa su R1 (fat|a) e R3 - (sukn a eccezione di: III M e duali); R2 ha vocale variabile

Lucia Avallone

a.a. 2011-2012

Lingua araba IB Facolt di Lingue e letterature straniere, Universit degli Studi di Bergamo GRAMMATICA

IMPERFETTO, coniugazione a prefissi e suffissi, modo indicativo:

io lavoro tu lavori (M) tu lavori (F) egli lavora ella lavora noi lavoriamo voi lavorate (M) voi lavorate (F) essi lavorano esse lavorano voi due lavorate (M) loro due lavorano (F)

an anta anti huwa hiya na|nu antum *antunna hum * hunna * antum * hum

a - mal u ta- ma l u ta- ma ln y a - mal


u a

ta- ma l u na- ma l
u


a a

ta- ma ln ta- ma ln

y a - maln y a - maln
a

ta- ma ln

y a - maln ta- ma ln i

Si osservi con attenzione il procedimento di coniugazione a prefissi e suffissi:

() ( / )

()( ) ()/( )
(/)

(/ ///) (/)

)///(

()/( )

()/( )

il prefisso indica la persona (accordo nel numero e nel genere) la radice ha vocalizzazione fissa su R1 (sukn) e R3 (amma); R2 ha vocale variabile vi sono suffissi di distinzione del numero e del genere (II p. sing. F e II, III p. pl. e duale)

Lucia Avallone

a.a. 2011-2012

Lingua araba IB Facolt di Lingue e letterature straniere, Universit degli Studi di Bergamo GRAMMATICA

Coniugazione dellimperfetto nei tre modi indicativo, congiuntivo e apocopato , con indicazione delle relative negazioni. Esempio: verbo lavorare /

M F
Lucia Avallone

a.a. 2011-2012