You are on page 1of 1

La lingua al microscopio

Il raddoppiamento fonosintattico
Accade a volte che due o anche pi parole, spesso associate nelluso, abbiano finito per
fondersi. In questo caso, se la prima termina per vocale, soprattutto tonica, e la seconda
comincia con una consonante, questultima subisce una duplicazione:
cos + detto

cosiddetto

a + pena

appena

se + bene

sebbene

Questo fenomeno prende il nome di raddoppiamento fonosintattico. Tra i casi pi


comuni ricordiamo:
fra + tanto
da + vero

chi + sa
a + canto
chi + che + sia

frattanto
a + presso appresso sopra + vento
davvero
o + sia
ossia
n + pure
chiss
o + Dio
oddio
e + pure
accanto
contra + posizione contrapposizione
chicchessia

sopravvento
neppure
eppure

1. Separa le due parti che compongono le seguenti parole.


soprattutto - quaggi - sopralluogo - eccome - giammai - suvvia - tressette contrattempo
2. Sottolinea le parole in cui stato eseguito un raddoppiamento ingiustificato (nei casi
dubbi, ricorri allaiuto del dizionario).
intrattenere - intrapprendere - sopraffare - pallavvolo - fabbisogno - senn - contrattempo controttendenza - sottopporre - sopracciglio - traffugare - macch - evviva

P.G. VIBERTI, Di bene in meglio 2011 SEI - Societ Editrice Internazionale