You are on page 1of 3

Livello metrico ritmico: versi, strofe e rime Livello sintattico: struttura dei periodi figure retoriche dellordine Livello

o lessicale: parole chiave figure retoriche del significato impasto linguistico Livello fonico: suoni predominanti figure retoriche del significante rapporto tra suono e senso Rapporti extratestuali ed intertestuali Significante (elemento linguistico):livello metrico ritmico (verso, metro, rima, strofa) livello fonico (figure del suono) Significato (contenuto): livello retorico stilistico (figure del significato e dellordine) FIGURE METRICHE Sinalefe: la fusione in ununica sillaba metrica delle vocali finali di una parola con quella iniziale della parola successiva. Dialefe: il fenomeno inverso della sinalefe e si verifica quando la vocale finale di una parola e quella iniziale della parola successiva formano due sillabe separate. Si applica quando le due vocali o la prima di loro sono accentate. Sineresi: consiste nel fondere in una sola sillaba allinterno di una parola due o pi vocali vicine ma appartenenti a sillabe diverse. Dieresi: la figura metrica opposta alla sineresi in questo caso un dittongo si divide in due sillabe. Essa segnata da due puntini che vengono posti sulle vocali pi deboli.

TIPI DI VERSI Trisillabo: tre sillabe Quadrisillabo: quattro sillabe Quinario: cinque sillabe Senario: sei sillabe Settenario: sette sillabe Ottonario: otto sillabe Novenario: nove sillabe Decasillabo: dieci sillabe Endecasillabo: undici sillabe TIPI DI RIME Baciata: AA BB CC Ripetuta: ABC ABC

Alternata: ABAB Incatenata: ABA BCB Incrociata: ABBA Invertita: ABC ACB Interna: la parola finale di un verso rima con unaltra che si trova allinterno del verso successivo

TIPI DI STROFE Distico: due versi Terzina: tre versi Quartina: quattro versi Sestina: sei versi Ottava: otto versi

FIGURE FONETICHE Allitterazione: la ripetizione degli stessi suoni allinizio o nel corpo della frase. Assonanza: si ha tra due o pi parole quando a partire dalla vocale accentata sono uguali le vocali e diverse le consonanti. Consonanza: si ha quando a partire dalla vocale accentata sono uguali le consonanti e diverse le vocali. Onomatopea: limitazione dei suoni naturali mediante parole. Paronomasia: laccostamento di parole accompagnate da somiglianza di suono.

FIGURE DELLORDINE Anafora: ripetizione di parole allinizio di frasi o di versi. Antitesi: accostamento di elementi contrastanti nella stessa frase. Chiasmo: disposizione sintattica di quattro elementi in cui lordine delle parole nel secondo gruppo invertito rispetto al primo. Enumerazione: unelencazione di termini uniti per asindeto (senza congiunzione) o per polisindeto (con congiunzione). Climax: tipo di enumerazione in cui i termini sono disposti in ordine dintensit espressiva. Iperbato, anastrofe o inversione: consiste nel rovesciare lordine abituale delle parole.

FIGURE DEL SIGNIFICATO Similitudine: un paragone tra due immagini introdotto da <<cos come>> o <<come tal>>. Metafora: essa si pu definire un paragone abbreviato tra due realt idealmente lontane. Ossimoro: un accostamento di due parole di significato opposto per creare contrasto ed emozione. Allegoria: lattribuzione ad un concetto di un significato diverso da quello letterale. Metonimia: sostituzione di un termine con un altro con cui ha una relazione logica. Sineddoche: sostituzione di un termine con un altro che ha con il primo un rapporto di maggiore o minore estensione.

Sinestesia: accostamento di sensazioni date da sensi diversi. Iperbole: consiste nellesprimere un concetto con termini esagerati. Litote: consiste nellesprimere un concetto negando il suo contrario. Eufemismo: consiste nel sostituire unespressione considerata dura o sconveniente con unaltra pi gradevole, per non urtare la sensibilit dellinterlocutore. Preterizione: consiste nellesprimere un concetto fingendo di non voler dire ci che invece viene chiaramente detto, per dare maggiore evidenzia a ci che si dice. Ellissi: si ha quando vengono omesse una o pi parole che si possono facilmente sottintendere. Prosopopea: consiste nel dare voce a persone assenti o morte, o nel personificare cose inanimate e astratte. Personificazione: consiste nellattribuire a cose o animali modi e pensieri umani.