You are on page 1of 16

Mystre di tutti i mondi, unitevi!

La teoria degli infiniti universi ormai gi Purtroppo lavventura delle NAC sta giun-
da anni parte integrante e basilare della gendo al termine. Anche per questo a Ro-
saga di Nathan Ne ver e di conseguenza ma, il 7 ottobre, durante il nostro Martin
non poteva non essere presente anche in Mystre Mystery Fest, ci terremo a
quella di Martin Mystre , condividendo i festeggiare luscita dellultimo numero
due eroi lo stesso universo narrativo. (sperando che ne seguano altri in futuro).
Probabilmente mancava solo lidea per in- A Roma, ma gi ad Alessandria, nostra
trodurla nella saga, pur essendoci gi da prossima tappa, avremo nostri ospiti molti
tempo alcuni indizi (eventi previsti nel pas- autori e disegnatori, sia della serie classica
sato ma che poi non si sono realizzati, co- che delle nuove avventure. Non mancate e
me il pensionamento di Tower, il futuro di seguite i nostri aggiornamenti, mi racco-
Mary Ann o la catastrofe di Nathan Never, mando.
Martin Mystre alternativi non del tutto in E a proposito di Martin vi ricordiamo che
regola con la continuity, come quello di quello classico lo trovate anche nel libro di
Anni 30, o come quello della serie di carto- Andrea Carlo Cappi La donna leopardo e
ni televisivi,). E innegabile invece che vi preannuncio che moltissimi Martin di
lidea arrivata con lintroduzione delle moltissimi universi saranno protagonisti
Nuove Avventure a Colori, non solo ambienta- del Raccoglitore delle card di AMys, il no-
ta in un altro universo, ma che addirittura stro fantastico regalo di fine anno, in distri-
cita espressamente lesistenza di altri uni- buzione durante la Fiera di Reggio Emilia
versi. dei prossimi 2 e 3 dicembre.
PAGIN A 2
Riprende la stagione fieristica dellAssociazione

AleComics sta diventando una realt i gadget del Do.My.Ne Die di Parma.
importante del panorama fieristico Avremo in distribuzione una nuova
italiano. AMys ha accettato con gioia Card , dedicata alle Nuo ve Avventure
linvito degli organizzatori a parteci- a Colori di Martin Mystre, con protago-
pare alledizione di questanno, ricca nista Arianna disegnata da Salvatore
come non mai di autori del fandom Cuffari.
italiano.
Da parte nostra inaugureremo la pri-
ma di una (speriamo) lunga collabora-
zione con la neonata Associazione dei
NathanNeveriani, fondata dallamico
Alessandro Federici. Oltre a dividerci
lo stand, avremo in comune anche
molti ospiti. Tenetevi forti, perch i
nomi sono delle bombe!
Si parte la giornata di Sabato 23 con i
disegnatori Luigi Piccatto, Renato Ric-
cio, Valentino Forlini, Fabio Piacenti-
ni, Salvatore Cuffari, la colorista Ro-
mina Denti e lo sceneggiatore
neveriano Giuliano Ramella.
Proseguiremo Domenica 24 con Fran-
cesco Mortarino, Teresa Marzia, Gino
Vercelli, Giuliano Piccininno e lo
sceneggiatore mysteriano Vincenzo
Beretta. Tra una sessione di sketch e laltra, i
Allo stand AMys potrete trovare tutte nostri autori saranno protagonisti di
le nostre ultime novit: la Mistery Box, premiazioni e conferenze. Come sem-
gli albi di Rimini Comix 2017 e Capi- pre, gli sketch verranno sorteggiati tra
tan Italia, il catalogo di Etna Comics, i presenti. Accorrete numerosi!!
PAGIN A 3
Tutto pronto per il raduno annuale dei mysteriani

Non lasciatevi scappare loccasione Questanno, grazie allaiuto del prode


perch finalmente, dopo mille insi- Andrea Tognozzi che si addossato
stenze e richieste, la Benemerita AMys la fatica di assisterci nellorganizzazio-
torna al Centro Italia. ne del Fest facendoci da testa di ponte
Naturalmente gi lo sapete che se ci e consigliandoci luoghi e posti, leven-
siamo mossi poco dal nord la causa to si terr appunto a Roma. Come ogni
sono le nostre disponibilit monetarie Fest che si rispetti ci sar prima un
e di tempo e non certo qualsiasi altro piccolo tour dedicato ai mysteri roma-
motivo di intolleranza; e che, nono- ni, poi una conferenza di autori e dise-
stante tutte le difficolt logistico- gnatori e per finire la cena luculliana.
economiche, eravamo riusciti a orga- I dettagli sono in arrivo e i nomi degli
nizzare il Fest di Frosinone nel 2004 ed ospiti (molti e grandi) vi faranno ingo-
eravamo riusciti a partecipare alla bel- losire. Senza considerare i gadget che
la festa di Narni Comics nel 2015. come sempre AMys servir sul piatto!
Ora dunque possiamo annunciarvi le Sono perci aperte le adesioni. I Soci
due nuove interessanti date per le no- che vogliono partecipare, da soli o
stre uscite al sud: il 7 ottobre 2017 a accompagnati, devono mandare una
Roma dove organizzeremo il nostro mail a:
Fest e il 28 aprile 2018 a Napoli per il ass.cult.amys@tiscali.it
Comicon. nella quale devono specificare se inte-
Tenetevi liberi e rimanete in attesa di ressati solo alla cena oppure anche al
aggiornamenti che arriveranno presto. tour. I costi saranno pi o meno quelli
Ma partiamo con il Martin Mystre del Fest dello scorso anno a Bologna:
Mystery Fest: per chi non lo sa, si 50 euro per conferenza e cena e 15
tratta del nostro pi grande raduno, euro per il tour mysterioso.
giunto ormai alla sua quindicesima Nei prossimi giorni, appena avremo il
edizione. Ogni volta lo teniamo in citt dettaglio del programma, vi mandere-
diverse e in passato ci hanno ospitato, mo il nostro Mystery Event con tutti
oltre alla gi citata Frosinone: Milano, gli orari.
Firenze, Bologna, Genova, Asti, Ferra- Dunque a presto, o come dicono a Ro-
ra e Rimini. ma: se vedemo!
PAGIN A 4
Intervista al disegnatore Fabio Piacentini

Abbiamo lonore e il piacere di pre- Paolo Morales, Stefano Santarelli,


sentarvi questa lunga chiacchierata tra Massimo Rotundo, Giancarlo Cara-
i nostri due amici Claudio Bovino e cuzzo, Massimo Vincenti - devo tutto,
Fabio Piacentini. Grazie alle doman- perch ancora oggi mi porto dietro il
de curiose di Claudio, scopriamo in- bagaglio dei loro insegnamenti e con-
sieme alcuni aspetti dellattivit lavo- sigli. Per il resto vale il detto che non
rativa del disegnatore romano. si finisce mai di imparare e proprio
Buona lettura! oggi ho acquistato due volumi di due
C.B. - Ciao Fabio, cominciamo dall'i- grandissimi del fumetto mondiale: Al
nizio. Quali erano i fumetti che legge- Williamson e Jos L. Garca Lpez.
vi e i cartoni animati che vedevi da C.B. - Durante il periodo in cui hai
piccolo e quali quelli che pi ti hanno frequentato la Scuola Ro m ana d ei Fu-
impressionato, portandoti a scegliere, metti, hai conosciuto Paolo Morales. Qual
probabilmente, il lavoro del il ritratto personale che ne potresti
fumettaro? fare, dal punto di vista umano e pro-
F. P. - I fumetti li ho cominciati a fessionale?
leggere a 12 anni, mentre i cartoni ani- F.P. - Paolo Moralesparlare bene
mati da quando sono nato! Sono della di lui la cosa pi facile che si possa
generazione dei robottoni, quindi i fare. E sempre stato un grande, sia
cartoni animati che guardavo erano come disegnatore che come scrittore.
Jeeg Robot, Goldrake, Mazinga, Astrogan- Ho iniziato a leggerlo su Lancio sto -
ga, ecc. ecc. ma anche Lady Oscar, Candy ry, poi Martin Mystre, ed in realt sta-
Candy, Capitan Harlock, guardavo to il suo nome che mi ha spinto ad
tutto ma proprio tutto. Mentre per iscrivermi alla SRF senza neanche
quanto riguarda i fumetti, la mia pri- pensarci due volte. Paolo era come le
ma rivista stata Lancio sto ry, dove ho sue storie ed i suoi disegni, vero. Co-
conosciuto Alvar Mayor di Carlos me autore di fumetti non era mai so-
Trillo ed Enrique Breccia: stata que- pra le righe, le sue storie erano concre-
sta serie a farmi innamorare dei fu- te, efficaci, geniali. Non ricordo in Ita-
metti. lia un autore completo come lo era lui,
C.B. - Che tipo di formazione hai al servizio di un personaggio
avuto in ambito fumettistico? popolare come Martin Mystre .
F.P. - Niente liceo artistico, sono un Paolo ha lasciato un vuoto.
ragioniere (!). Ho frequentato la Scuo - C.B. - Prima di lavorare per la Bo nel-
la Romana dei Fumetti (SRF) dal 1993 al li, hai collaborato con un' altra grande
1996 ed a loro, i padri fondatori - realt italiana quale la Rainbo w di
PAGIN A 5
Iginio Straffi: qual era il tuo ruolo e prodotto. Oltre a Kep her ho collabora-
su quali prodotti hai lavorato? Ci puoi to con lui realizzando le matite del nr.
parlare di questa tua esperienza? 341 della serie regolare di Martin My-
F.P. - Per la Rainbo w collaboravo alla stre Le mille gru di Hiroshima. Non
realizzazione di due Magazine, quello ho avuto la fortuna di conoscere per-
delle Winx e quello delle Pixie, in qua- sonalmente Giacomo Pueroni; ci siamo
lit di colorista. Non ricordo quante solo scambiati qualche mail ai tempi
tavole ho realizzato, forse pi di 1000, di Kep her. Considero Giacomo un
ma la cosa importante che stata artista, un esempio, mi ha molto colpi-
una collaborazione che mi ha prepara- to quello che scriveva e come affronta-
to per tutto ci che accaduto dopo le va la vita. Ho sempre un pensiero po-
Winx. Lavorare per la Rainbow mi ha sitivo per lui.
aiutato a capire quanto lavoro c su
un prodotto seriale cosi standardizza-
to dove tutti noi - matitisti, chinatori,
coloristi - avevamo libert di espres-
sione vincolata ad un prodotto che
doveva rimanere sempre uguale. So
che il Magazine stato venduto prati-
camente in tutto il mondo, quindi in
teoria come se avessi viaggiato anche
io con il mio nome.
C.B. - Beh, un ottimo modo di viag-
giare! Ma il tuo viaggio era solo all'ini-
zio. Sono molte, infatti, le collaborazio-
ni che hai avuto in ambito editoriale:
Tattilo Editrice, Casa Editrice Universo,
D'Argenzio Editore, Eura, Mondadori. Ce
n' qualcuna particolarmente impor-
tante per la tua crescita professionale?
F.P. - S, ho lavorato per molti case C.B. - Concordo su tutto Fabio, per
editrici e realt differenti come il 3D e quello, che mi dato sapere. In parti-
questo mi ha insegnato che il mondo colare, per quanto riguarda Giacomo
del fumetto e dellillustrazione non Pueroni: ho avuto l'occasione di co-
settoriale e per forza di cose sono do- noscerlo a Milano a una delle scorse
vuto diventare poliedrico per affronta- edizioni di Carto o m ics, proprio presso
re ogni lavoro al meglio. La mia cresci- lo stand dell'AMys, grande persona, e
ta professionale lho avuta proprio sono contento che gli sia stato conferi-
grazie a questo: aver sempre affronta- to il Prem io Italia 2016 per l'illustrazio-
to delle sfide nuove. ne realizzata a corredo del racconto
C.B. - Per la Star Co mics hai realizza- Tu non esisti di Leonardo Patrignani
to il nr. 4, Resurrezione, della bella e pubblicata sul nr. 74 della rivista
miniserie Kep her, alla quale hanno Robot (Delos Books). Giusto riconosci-
lavorato altri due autori bonelliani mento per il suo lavoro e segno tangi-
come Giacomo Pueroni e Roberto Car- bile dell'affetto e della vicinanza di
dinale, collega di lavoro anche su tutti per la battaglia che Giacomo ha
Martin Mystre. Ce ne puoi parlare? affrontato contro la sclerosi laterale
F.P. - Prima di Kep her, sempre per la amiotrofica. Torniamo adesso alle tue
Star Comics, ho collaborato al nr. 1 di The collaborazioni, Fabio. Ormai gi da
Secret di Giuseppe Di Bernardo, ed gra- alcuni anni lavori per la Bonelli: a pre-
zie a lui che sono rientrato nel circuito scindere dal progetto della miniserie
del fumetto disegnato. Roberto Cardi- sulle Nuo ve Avventure a Co lo ri
nale un professionista molto attento (NAC) di Martin Mystre, di cui parlere-
a tutti i particolari quando realizza un mo tra poco, come si articola normal-
PAGIN A 6
mente il tuo lavoro nell'ambito della 285 2006), agente di Altro ve, illusio-
casa editrice, quali sono i passaggi nista che appartiene allo CSICOP: si
editoriali a cui vengono sottoposti i tratta del Committee for the Scientific
tuoi disegni? Investigation of Claims Of the Paranor-
F.P. - Il rapporto di lavoro diver- mal, che si richiama apertamente al
so a seconda del curatore della serie. CICAP (Comitato Italiano per il Controllo
In genere non ci sono dei passaggi delle Affermazioni sul Paranormale). La
editoriali complicati. Una volta realiz- cosa carina che lo scorso ottobre ho
zate una decina di tavole le porto in incontrato, a Milano, nell'ambito della
redazione, perch vivo a Milano, dove manifestazione Stranim o nd i 2016, la
le analizziamo (col curatore) per even- persona reale a cui il personaggio di
tuali correzioni. Lavorando in digitale Pollard si ispira e cio Massimo Poli-
questo procedimento divenuto una doro: alla fine dell'incontro, la sua
regola ed un punto di forza per le fotografa ufficiale, la brava Roberta
nuove generazioni di disegnatori. Baria, gli ha scattato delle foto in va-
Questo permette di avere un disegno rie pose che doveva inviare a un dise-
pi calzante con la sceneggiatura. gnatore di fumetti per fargli un mo-
Non a caso, il punto di forza delle dello 3D... non che tu ne sai qualco-
NAC! sa?
C.B. - Mi interessa particolarmente il F.P. - Come piccolo il mondo! Que-
tuo modo di lavorare in digitale: ci sto mi d lo spunto per svelare un mio
puoi descrivere come nasce e come sistema di lavoro. Amo tantissimo il
sviluppi materialmente una pagina di 3D. La mia personale visione del fu-
Martin Mystre? Quali software usi e metto che dovrebbe essere una com-
dove e come interviene in tale contesto mistione di 3D e 2D ma ad oggi questa
l'artigianalit del tuo lavoro? integrazione, per come la penso io,
F.P. - Per prima cosa, va letta la sce- non ancora una strada praticabile.
neggiatura: sembra scontato, ma non Per ci sono altre vie ed una di queste
sempre viene fatto in modo corretto. quella di creare degli studi tridimen-
Poi, cerco miliardi di riferimenti foto- sionali dei personaggi, cos da avere
grafici su internet e comincio ad elabo- un manichino virtuale sempre a di-
rare la sequenza a mente. Dato che sposizione. Colgo loccasione per rin-
lavoro in digitale, il 90% delle volte graziare Massimo Polidoro e Roberta
realizzo direttamente una bozza della Baria per avermi supportato in que-
tavola, che non una matita vera e sta mia richiesta. In questo caso speci-
propria, ma sufficientemente detta- fico il manichino sar anche in grado
gliata per permettermi di realizzare di parlare come un perfetto avatar 3D.
linchiostrazione. Successivamente In sostanza, avremo un Pollard
realizzo la matita: per le illustrazioni (Massimo Polidoro) virtualmente vi-
in qualche occasione passo allanalogi- vo.
co, cio la eseguo su carta, altre volte C.B. - Ahahah! Ottimo, mi venuta
la realizzo direttamente col PC. Per un'idea: potremmo prestarlo a Massi-
linchiostrazione lavoro in digitale, mo, sempre preso da mille impegni,
utilizzando il programma Clip Studio tra viaggi, televisioni e libri (un po'
Paint (la versione giapponese, perch come il BVZM) cos che potrebbe farsi
sempre quella pi aggiornata). Per sostituire all'occorrenza da questo clo-
quanto riguarda il colore, utilizzo ne virtuale di fattura piacentiniana!
esclusivamente Adobe Photoshop. Dato che ne stiamo parlando, ci puoi
C.B. - A proposito di lavoro in digita- anticipare qualcosa in particolare su
le, so che sei al lavoro su una storia di questa storia e della tua collaborazio-
Martin sceneggiata da Sergio Badino ne con Sergio Badino?
nella quale, tra gli altri, c' il personag- F.P. - Grazie ad una cena AMys ho
gio di Mark Pollard, apparso per la avuto la fortuna di conoscere Sergio.
prima volta ne Il Grande Houdini (nr. Ed scattata subito la scintilla. Sergio
PAGIN A 7
mi ha parlato della storia che stava gliasse anche gli sfondi. Cotto e man-
scrivendo e ne sono rimasto folgorato. giato. Presero una mia tavola e venne
Alfredo Castelli, da grande artista fatta una prova colore per vedere se lo
quale , ha subito capito le nostre in- stile funzionava per la nuova serie e
tenzioni e ci ha pienamente appoggiati cos fu (per fortuna!). Ho realizzato gli
e siamo partiti. E una storia molto studi di Martin e Max sotto lattenta
ambiziosa e Martin sar sottoposto ad super visione di Giovanni Gualdoni
una serie di imprevisti che ne mine- coadiuvato da Gianmauro Cozzi. Non
ranno le convinzioni. Non credo di posso negare che stato un impegno
poter dire altro ;) Posso, per, confer- molto intenso, ma lavorare cos a
mare che con Sergio c un colloquio stretto contatto, andando spessissimo
quotidiano su ogni aspetto della sce- in redazione, mi ha aiutato a capire
neggiatura ed ogni decisione stilistica quanto lavoro c in un progetto cos
la prendiamo insieme. Beh, una cosa la importante. Artisticamente sono molto
posso dire, a mio parere... sta venendo cresciuto.
molto bene ;) C.B. - La ricostruzione della Battaglia
C.B. - Rimanendo sempre in ambito di Anghiari che hai realizzato gran-
mysteriano, c' un aneddoto in par- diosa: quali sono le fonti che hai utiliz-
ticolare che ti viene in mente relativa- zato e come si svolto il tuo lavoro in
mente alla collaborazione con Alfredo questo caso?
Castelli? F.P. - Grazie! Pi che la qualit del
F.P. - Alfredo una persona fantasti- disegno di Leonardo (che inimitabile
ca e particolarmente spiritosa. Laned- per la sua grandezza) ho cercato di
doto che ora mi viene in mente il pi inserire una innumerevole serie di
recente: il giorno in cui sono andato in personaggi che potevano dare l'idea di
redazione a ritirare la mia copia delle quello che sarebbe potuta essere. I rife-
Nuove Avventure a Colori di Martin My- rimenti sono stati, naturalmente Leo-
stre, appena mi vede mi d la maschera di nardo... il Vasari, Rubens e tutto quel-
Martin Mystre (quella pubblicata on lo che ho potuto trovare in rete. Spoi-
line sul sito della Sergio Bonelli Ed ito - ler: c' anche il soldato nazista! Ma nel
re), la metto e comincia a fotografarmi, con formato Bonelli non si vede... magari
lo sguardo divertito, come test o pseu- in una futura edizione pi grande (se
do modello (con la pancia) di Martin ci sar) si vedr anche lui.
Mystre. Poi, mi fa vedere le foto e C.B. - Un'altra domanda sulle NAC:
scopro che praticamente questa trafila se per il Mystre "classico", le fattezze
laveva fatta fare a chiunque era entra- si ispirano a personaggi vari (fittizi o
to nel suo ufficio. reali) ai quali Alfredo o i diversi dise-
C.B. - Non c' niente da fare, Alfredo gnatori hanno fatto riferimento (si va
un grande! Bene, siamo arrivati final- da Brick Bradford a Paul Newman, da
mente alle NAC, la nuova miniserie Michael Caine a James Franciscus),
dedicata a Martin Mystre, per la qua- qual il personaggio reale dietro que-
le hai realizzato il primo numero e hai sta nuova incarnazione di Martin? Chi
elaborato lo studio per il personaggio. lo ha visualizzato e quali indicazioni
Dicci tutto ma proprio tutto sul tuo hai avuto in merito?
lavoro sulle NAC. F.P. - Ho avuto l'onere e l'onore di
F.P. - Ero in fase di conclusione della ringiovanire il nostro eroe (in verit,
storia n. 341 della serie classica e Ca- non lo faccio mai troppo vecchio nem-
stelli mi chiama in redazione. Quel meno nel Martin Mystre classico).
giorno conobbi anche Giovanni Gual- Ho avuto (quasi) carta bianca ma sem-
doni. Ci fu una piccola riunione dove pre sotto l'attenta supervisione di Gio-
analizzammo le mie tavole in digitale vanni, curatore della serie, e Giam-
e mi proposero di realizzare il primo mauro, che segue tutto l'aspetto grafi-
numero delle NAC. Avevano bisogno co della serie. Naturalmente l'ultima
di un disegnatore digitale che detta- parola l'ha avuta Alfredo Castelli che
PAGIN A 8
come un attento 'chirurgo' ha chiesto F.P. - Il 3D il mio pallino, ho anche
di spostare, ingrandire o ridurre alcu- lavorato in passato come modellatore
ne parti anatomiche. Quindi, non ab- ma questo tipo di attivit deve per
biamo preso un attore a riferimento: in forza di cose essere svolta in studi di
sostanza il nuovo Martin come produzione e questo a me non piace.
uscito dalla mia 'penna' con gli aggiu- Io lavoro da solo, ho bisogno di gestir-
stamenti di cui dicevo sopra. mi il tempo senza nessun tipo di vin-
C.B. - Le NAC devono essere state colo. Sto aspettando con ansia una
una esperienza professionale molto stampante 3D che ho acquistato e chis-
proficua e intensa. Ma tu non disegni s che da questo non ne nasca qualco-
solo fumetti, lavori anche come illu- sa di nuovo. Attualmente ho realizza-
stratore per la New to n & Co m p to n to il prototipo ad 1/6 del nostro Mar-
Editori per la quale hai realizzato le illu- tin. Tecnicamente si chiama Action
strazioni di molti volumi delle collane Doll, cio un pupazzo iperdettaglia-
I Centouno e I Milleuno. Ci puoi to, colorato a mano, e con vestiti veri
parlare di questo tipo di attivit? ma delle dimensioni ad 1/6 cio alto
F.P. - Ho iniziato a collaborare con la circa 30 centimetri.
Newton & Compton dal 2010. E un la- La previsione che venga prodotto.
voro molto bello ma che si concentra C.B. - Siamo arrivati alla fine di que-
in un periodo specifico dellanno dove sta nostra lunga e interessante chiac-
rischi (ed successo) di dover realiz- chierata, Fabio. Grazie per la tua pa-
zare anche 150/200 illustrazioni in un zienza e generosit nel rispondere.
mese. Credo che escano almeno una Un'ultima multi-domanda, qual il
decina di libri lanno a cui ho collabo- genere fumettistico che ritieni a te pi
rato (tra prime stampe e nuove edizio- congeniale e quale il personaggio bo-
ni) e mi d molta soddisfazione guar- nelliano per il quale vorresti realizzare
darli sugli scaffali delle librerie. Un una storia? E per i mercati esteri ti pia-
giorno ero alla Feltrinelli e cera un cerebbe lavorare, casomai con un edi-
espositore con tutti i libri con le mie tore francese?
illustrazioni. Non sono un narciso, per F.P. - Credo che il genere a me conge-
niente, ma vedere i miei lavori esposti niale quello per cui sto lavorando e
mi fa molto ma molto piacere!!! cio il genere mysterioso. Il mio sogno
C.B. - Passiamo a una delle altre tue sempre stato quello di poter dise-
passioni. Tra le tante cose, sei anche gnare Martin Mystre . Un altro perso-
uno scultore e modellatore 3D di Ac- naggio bonelli forse potrebbe essere
tion Doll per conto di varie aziende Nathan Never, perch sarebbe una bella
del settore. Ho visto il tuo Tiger Man sfida nel realizzarlo essendo un
e devo dire che veramente notevole. mondo completamente diverso da
Potresti brevemente spiegarci in che quello del BVZM o delle NAC. Per i
cosa consiste questa tua attivit e quali mercati esteri mi viene in mente un
sono i progetti ai quali stai attualmen- solo nome ora: Sup erm an!
te lavorando?
Fabio Piacentini e Claudio Bovino
Fabio Piacentini e Claudio Bovino
PAGIN A 9
Una grande iniziativa della Scuola Romana dei Fumetti

In attuazione del programma Talento la, Martin Scorsese, Clive Donner, J.


& Tenacia. Crescere nella legalit, lIPAB Lee Thompson, Ricky Tognaz-
Asilo Savoia promuove in collabora- zi, Duccio Tessari, Alberto Ne-
zione con la Scuola Romana dei Fu- grin, Terence Hill, Sergio Sollima.
metti di Roma la prima borsa di stu- In particolare, per Coppola
dio Paolo Morales, intitolata ad uno ha disegnato gli storyboard, dalla pri-
dei fondatori della Scuola Romana dei ma all'ultima scena, de Il padrino -
Fumetti, nonch autore mai dimentica- Parte III, mentre per Scorsese ha dise-
to di Martin Mystre. gnato le foto d'epoca dei personaggi
Paolo Morales (Roma, 23 ago- del film Gangs of New York.
sto 1956 Roma, 16 gennaio 2013) Caratteristiche del corso:
stato un fumettista , sceneggiatore e Il corso inizier luned 2 ottobre 2017 e
storyboard-artist italiano, molto legato prevede la frequenza nei giorni di lu-
al mondo del cinema e dellaudio- ned e mercoled pi venerd
visivo. Nel 1998 ha lavorato come sce- (laboratorio facoltativo).
neggiatore e story-editor per il cartone Modalit di partecipazione:
animato Sandokan - La tigre della Male- La partecipazione allavviso deve av-
sia prodotto dalla Rai, e alle se- venire mediante invio tramite email
rie Gennarino il Mastino, Lultimo dei allindirizzo
Mohicani e Kim. Per il cinema, ha collabo- info@scuolaromanadeifumetti.it
rato a oltre trenta film, disegnando dei materiali richiesti dal bando entro
storyboard con Francis Ford Coppo- le 12.00 del 15 settembre 2017.
PAGIN A 10
Facciamo il punto della vita associativa di AMys

Dopo 8 mesi di gestione facciamo il giusto che sia. Tutto quello che deriva
punto della vita associativa di AMys. dalle quote associative serve per paga-
A tuttoggi lAssociazione conta 136 re i gadget del tesseramento, gli stand
Soci Sostenitori + 18 Soci Ordinari, alle fiere e i compensi dei disegnatori.
per un totale di 154 iscritti. Conside- Tutto il resto, come gli spostamenti in
rando che mancano ancora 4 mesi alla macchina, le notti in albergo, i pasti,
chiusura dellanno, pensiamo di poter le ore di lavoro per lAssociazione e gli
eguagliare il risultato del 2016, che anticipi per lacquisto del materiale da
stato lanno record con 162 iscritti. Sia- distribuire ai Soci (tipo gli albetti di
mo comunque felici e orgogliosi del Rimini Comix) sono a completo carico
risultato, perch i veti messi dalla Bo- degli organizzatori (Luca, Paolo, Gigi,
nelli (soprattutto sul discorso stampe) Melissa, Busne, Emanuele e Alex),
ci avevano fatto temere un crollo delle che devono anche intervenire quando
iscrizioni. Questo dimostra che chi si le finanze sono esaurite.
iscrive ad AMys vuole s i gadget ma Con questo non vogliamo assoluta-
soprattutto contento di far parte di un mente piangerci addosso: se lo faccia-
gruppo affiatato e sempre propositivo. mo non perch qualcuno ci obbliga
Da parte nostra abbiamo cercato di ma perch ne siamo contenti e i vostri
superare limpasse bonelliano pro- complimenti sono la nostra maggiore
ponendo comunque alcuni prodotti di gratificazione.
qualit (vedi la Guida ai Dizionari dei In tanti ci chiedete come mai non par-
Misteri, la Mistery Box e il prossimo tecipiamo mai alla fiera di Lucca op-
Raccoglitore delle Card) e aumentan- pure al Napoli Comicon. E presto
do i momenti di incontro con gli auto- detto: sono fiere troppo impegnative
ri (il Do.My.Ne Die di Parma stato sia dal punto di vista economico che
un grande successo). Anche il discorso da quello dellimpegno personale. Con
sketch stato apprezzato, anche se lattuale organizzazione AMys non
sappiamo che non riuscir a soddisfa- riesce. Per fare questo bisognerebbe
re tutti. Da parte nostra abbiamo au- che qualche Socio locale si facesse
mentato la nostra presenza alle fiere carico di organizzare lo stand e pre-
per portare pi disegnatori e quindi senziarvi, contribuendo a spargere il
avere maggiori possibilit di farsi fare verbo mysteriano in tutta Italia.
i disegni. Qualcosa si sta muovendo. Sotto la
Questo ha per inficiato sui conti nostra supervisione, i Soci romani
dellAssociazione, solo dallanno scor- stanno organizzando il prossimo Fest
so in lieve attivo. Inutile nascondere di Roma. Senza il loro aiuto non ce
che la vendita delle litografie avanzate lavremmo mai fatta. E questo vi deve
dalla distribuzione ai Soci contribuiva ricordare che AMys siamo tutti e
a rimpinguare le casse. Ora questa chiunque abbia in mente di organizza-
entrata non esiste pi, mentre di pari re qualche evento nelle proprie zone
passo aumentata la quota destinata lo pu proporre e, compatibilmente
quale compenso degli autori. Portare con le risorse economiche a disposi-
disegnatori alle fiere costa, ma luni- zione, sicuramente verr valutato.
co modo per avere visibilit e attirare AMys anche alla ricerca di persone
nuovi Soci. Noi cerchiamo sempre di nuove da inserire nella propria orga-
invitare autori che vivono nelle vici- nizzazione: abbiamo bisogno di un
nanze dei luoghi dove si svolgono le graphic designer, di un organizzatore
fiere, per cercare di contenere i costi. di eventi e di un p.r., che si occupi di
Ma resta il fatto che comunque il loro gestire i rapporti con gli autori.
lavoro deve essere retribuito come Non siate timidi: fatevi avanti!
PAGIN A 11
Diamo uno sguardo a quanto prodotto da AMys in questi mesi

Partiamo subito dalla novit pi re- E come non parlare della favolosa Mi-
cente, ovvero il Catalogo Editoriale stery Box, il favoloso contenitore che
AMys aggiornato al 2 semestre 2017. vi permetter di raccogliere tutte le
litografie realizzate dallAssociazione.

Allinterno troverete tutto il materiale


disponibile presso di noi suddiviso Abbiamo disponibili le ultime copie
nelle varie categorie. Da questa edizio- dellalbo Capitan Italia di Castelli/
ne abbiamo inserito la sezione delle Cavazzano, del catalogo Etna Comics
Tavole Originali e la sezione Carpe 2017 e del volume ANAFI Gli eroi di
Diem, dove troverete in vendita dei Troia.
pezzi unici del BVZM. Il primo che Non manca allappello il nuovo albo
arriva se li accaparra! uscito in occasione di Rimini Comix,
Proseguiamo con la nostra collezione con Martin Mystre alle prese con i
di Card, di cui siamo molto orgogliosi Bonelli Kids!
e che presto troveranno sistemazione
in un apposito Raccoglitore. Abbiamo
a disposizione ancora tutta le serie di 8
Card dellanno scorso (quasi in esauri-
mento) e le prime 5 di questanno.
Senza dimenticare la serie speciale di 7
Card dedicate ad Alfredo Castelli e
distribuite al Do.My.Ne Die di Parma.
PAGIN A 12
Franco Villa ci segnala questo interessante articolo

Come ha modo di accorgersi chi si aspetti letterario-culturali di questi tre


dedica alla gratificante impresa di ri- albi, ed un bene, perch anche que-
leggere gli albi storici di Martin My- sto aspetto ampiamente andato per-
stre, magari perch stimolato da nuove so, e ora abbiamo modo di ricordarce-
uscite che riprendono filoni narrativi ne.
abbandonati da tempo, c' uno <<Sin dalla sua prima uscita nel 1982,
"scarto" abissale tra l'imponente im- la serie Martin Mystre (MM) ha intro-
pianto mitologico della gloria che fu e dotto numerose innovazioni nel venta-
l'attuale gestione in economia da glio di offerte della Bonelli. MM sta-
"minimo sindacale". to, infatti, il primo fumetto del rino-
Pu essere utile, ogni tanto, riflettere mato editore milanese a essere am-
su come funzionava Martin Mystre e bientato in epoca contemporanea, il
sul perch si trattasse di una serie de- primo ad aprirsi al pubblico delle
gna di essere letta, in quanto capace di lettrici, e il primo ad accorpare avven-
essere diversa da qualunque altra tura e fantasia con robusta erudizione,
offerta sul mercato, invece che ridotta in un genere che potremmo definire
a scimmiottarla per sopravvivere. fantastoria. Nelle storie di MM noti
eventi del passato vengono rivisitati in
chiave alternativa, di norma fornendo-
li di interpretazioni inattese. Tra le
molte tradizioni che gli autori di MM
hanno trasformato in varianti immagi-
nifiche vi anche quella cavalleresca
(come si vede nelle tre storie sopraci-
tate).

Il seguente articolo di Marco Arnaudo


pubblicato sul nr. 7 della rivista online
Arabeschi, passa in rassegna le invenzioni
narrative e l'impianto fantastorico de-
lineatosi negli anni con storie come
Roncisvalle (Martin Mystre nr. 94-
96), Lisola che giaceva in fondo al ma-
re (Storie da Altrove nr. 8), e Il re ros-
so (Martin Mystre Gigante nr. 11). I In Roncisvalle, storia di Alfredo Ca-
fan storici sanno bene come queste stelli per i disegni di Esposito Bros.,
storie siano a loro volta tessere di ulte- Martin Mystre si reca in Italia per
riori visioni di respiro ancora pi am- cercare la possibile verit storica die-
pio, citate anche nell'articolo in que- tro alle molte leggende locali riguar-
stione, ma l'articolo si concentra sugli danti il paladino Orlando. Durante il
PAGIN A 13
viaggio Martin visita cos le numerose alla fonte ariostesca che in questa sto-
pietre spezzate che secondo la leggen- ria, pi che in altre, lo sceneggiatore
da Orlando avrebbe tagliato con la sua Castelli pratica con tanta passione lar-
spada, la chiesa di SantAngelo a Tre- te dellintreccio. Di ariostesco, sul pia-
viso che sarebbe stata fondata dallo no tematico, annotiamo anche un
stesso conte per celebrare una vittoria viaggio di Martin Mystre in una di-
sui Longobardi, le costruzioni megali- mensione parallela che appare esatta-
tiche nellItalia centrale e meridionale, mente come la Luna del Furio so e un
che sarebbero state erette dal nipote di duello tra Java e una draga magica-
Carlo Magno e dai suoi paladini, e mente animata, che fa da versione mo-
molti analoghi reperti (MM 95, pp. 85- derna dellarchetipo eroico del duello
91). Nella sezione che ricapitola queste col drago, e al contempo da simbolo
visite lo sceneggiatore ha occasione di della corruzione portata dalla tecnolo-
passare in rassegna fatti poco noti alla gia, analogamente allabominoso or-
maggior parte dei lettori, in una di- digno del Furio so (IX, 91).
gressione che tipica della serie di
MM e che, lungi da essere un riempitivo,
rappresenta invece un elemento inte-
grale della storia. Martin Mystre, pur
non credendo alla verit letterale di
questi echi orlandiani, ritiene che essi
possano celare fatti autentici che la
trasmissione popolare avrebbe distor-
to fantasiosamente. In tale prospettiva,
i materiali presentati nelle sezioni eru-
dite della vicenda divengono indizi
funzionali alla soluzione del mistero.
Tale soluzione, una volta rivelata,
comprende un impressionante p atch-
work di frammenti culturali disparati; di
conseguenza per spiegare la verit
dietro le leggende su Orlando la storia
arriva a parlare di Merlino, Morgana,
Atlantide e Mu, invasioni aliene, Exca- Orlando e i paladini di Carlo Magno
libur, il Graal, le carte da scopa, Agar- compaiono come personaggi in sezio-
thi, la Torre Eiffel, Stonehenge, Castel ni importanti de Lisola che giaceva in
del Monte, lagopuntura, Ludovico fondo al mare, storia scritta da Carlo
Ariosto (che avrebbe intuito la verit e Recagno e disegnata da Sergio Giar-
lavrebbe riportata in cifra nel suo poe- do per le Sto rie d a Altro ve , una serie
ma) e molto altro ancora in un araz- spin-off di MM, e ambientato nel medesi-
zo che richiama non solo questi ele- mo mondo immaginario. Qui, sulla
menti ma anche la trattazione che essi traccia di una nota leggenda venezia-
avevano gi ricevuto in diverse storie na, troviamo Orlando che consegna un
di MM. La lunga sezione esplicativa bocciolo di rosa a una nobile di Vene-
che occupa buona parte dellalbo 96 zia, come pegno damore da parte di
diventa cos un virtuosistico gioco di un amico e compagno caduto in batta-
incastri che unifica filoni narrativi che glia. Intorno alla leggenda, lo sceneg-
si erano dipanati indipendentemente, giatore costruisce una trama densa di
e per anni, lungo le uscite precedenti complotti che coinvolge, oltre a molti
di MM. Come risultato, la co ntinuity personaggi storici, una caccia al mitico
entro la serie ne riesce grandemente corno di Orlando qui arma potentis-
rafforzata, e il mondo immaginario di sima, e ambita da diverse fazioni. La
MM ci guadagna in coerenza e spessore storia introduce anche il personaggio
narrativo. Ed forse come omaggio dello stregone Malagise (con eco pi
PAGIN A 14
da Boiardo che da Ariosto), il quale uomini, stata inviata dai suoi creato-
sar personaggio chiave nellalbo gi- ri precisamente per sconfiggere Mala-
gante Il re rosso, scritto di nuovo da gise. Il duello, per, termina senza
Carlo Recagno e pubblicato lanno vinti n vincitori.
successivo. Pi avanti nella vicenda vediamo che i
poteri telepatici di Angelica hanno
fatto perdere il senno ad Orlando, e
Malagise convince (o meglio ricatta)
Astolfo a compiere una missione per
lui in cambio di una cura per il cugino.
Dotato di un ippogrifo, Astolfo co-
stretto a recarsi in una dimensione
parallela che alla mente umana, inade-
guata a comprenderla, appare come
una versione distorta della Luna e del
Paradiso Terrestre con un ologram-
ma scambiato da Astolfo per il patriar-
ca Enoch, ed esseri alieni confusi per
angeli. La trama, chiaramente, si or-
mai mossa dalla fonte boiardesca a
quella ariostesca. Alla fine si scoprir
che Malagise e Angelica sono agenti
mandati, rispettivamente, dagli umani
Il re rosso, in un certo senso sequel e da una razza aliena a salvaguardare
de Lisola che giaceva in fondo al mare, unarma antica che potrebbe causare
contiene una lunga sequenza ambien- la distruzione del mondo. Gli scontri
tata alla corte di Carlo Magno, in cui tra i due guardiani erano stati causati
vengono rinarrati in chiave alternativa da tensioni tra i loro creatori, e limpas-
gli eventi del primo canto dellOrlando se si potr risolvere solamente attraverso
innamorato di Boiardo (ottave 21-41), con un atto pacificatore. Come nelle ri-
larrivo tra i paladini di Angelica, scritture di Castelli, la materia cavalle-
principessa del Catai, con la sua pro- resca viene insomma reinventata radi-
posta di darsi in sposa a chi riesca a calmente da Recagno, combinando
sconfiggere in giostra suo fratello, e per la disinibita immaginazione fan-
con la reazione sospettosa del mago tascientifica con il gusto per il detta-
Malagise. Nella versione di Recagno la glio letterario e storico esatto, e anche
storia prende le mosse dallarrivo con loriginale rivalutazione di un per-
presso Carlo Magno di una principes- sonaggio cavalleresco minore, ma affa-
sa cinese, con bella localizzazione geo- scinante, quale Malagise.>>
grafica del fantastico Catai dei poeti
rinascimentali. Il nome della fanciulla
Han Zhen, che gli occidentali pro-
nunciano An-Gen e che Orlando tra-
sforma in Angelica. Anche qui, come
in Boiardo, Malagise ha il ruolo di ma-
go e nemico di Angelica, ed lunico,
infatti, a sospettare di lei. Nella vicen-
da per Malagise un mutante creato
dallingegneria genetica di una civilt
antichissima, e dotato di poteri che
agli occhi dei medievali appaiono co-
me magici. Angelica/Han Zhen, anche
lei in possesso di poteri sovrumani e
in grado di controllare la mente degli
PAGIN A 15
Sempre attivo il nostro fan-comics preferito

Un Mystero Italiano fuori tempo mas-


simo, questa storia ambientata in Sar-
degna (e pi precisamente a Sassari,
con una capatina ad Arzachena) vede
in realt Diana Lombard e Vincent
Von Hansen impegnati a risolvere il
mistero Atlantideo/Muviano dei Gi-
ganti di Mont'e Prama, mentre Martin
Mystre e Java realizzano un docu-
mentario alla Tomba dei Giganti di Li
Lolghi.
Memore della grandissima tradizione
mysteriana che lega gli Etruschi e i
Sardana (al di l della Guerra Senza
Tempo e dell'alfabeto), questa storia
offre anche una sventurata storia d'a-
more plurimillenaria, che si ripete nel
presente, dove un guerriero e la sua
Get A Life!, la serie NON presentata amata sembrano reincarnarsi in una
da Martin Mystre, presenta un bonus ricercatrice e in un carabiniere. Ma
artistico per I Giganti di Prama, parte accaduto davvero, o si tratta solo del
1 e I Giganti di Prama, parte 2. desiderio disperato di un'anima im-
Arte di Gianmarco Lizzio. pazzita dopo millenni di solitudine?

Iscriversi per la prima volta o rinnovare la propria adesione ad AMys molto semplice. Segui questa facile procedura:

1 - scegli la tipologia di Socio alla quale vuoi appartenere tra queste due:

***SOCIO ORDINARIO***
Per una quota associativa di 10 potrai vantarti di essere nostro iscritto e riceverai la nostra tessera. Potrai acquistare il materiale
contenuto nei nostri cataloghi e partecipare a tutti gli eventi organizzati da AMys.

***SOCIO SOSTENITORE***
Per una quota associativa di 40, oltre a ricevere la nostra tessera, per poterti sentire giustamente orgoglioso di essere uno di noi
e poter partecipare a tutti gli eventi organizzati dallAssociazione, avrai diritto a tutta una serie di vantaggi esclusivi: riceverai un
set di cartoline della serie Gli Sketches di AMys; otterrai il fantastico albetto dal titolo Guida ai Dizionari dei Misteri, che ti far
riscoprire con nostalgia tutti i vecchi Dizionari che tanto ci hanno allietato insieme ai primi 21 albi Speciali; saranno tue le due
nuove esclusive Card di AMys, che potrai continuare a collezionare durante lanno; potrai acquistare il materiale contenuto nei
nostri cataloghi con un ulteriore sconto del 10%; infine, ci sar una fantastica sorpresa che, se ti fidi di noi, non ti deluder!

A chi si iscriver per la prima volta ad AMys verr regalato un posterino di benvenuto realizzato da Lucio Filippucci e autografa-
to dal nostro Presidente e una esclusiva spilla che permetter di riconoscerci ai vari eventi.

2 - versa la somma corrispondente (10, 40) alle seguenti coordinate:

ricarica PostePay n.4023 6009 0326 5207 intestata a Luca Salvadei

bonifico CC Bancario IT41Y0200833681000101952105 intestato ad Ass. Cult. AMys

3 - successivamente contatta lAssociazione al seguente indirizzo:

ass.cult.amys@tiscali.it

indicando il proprio nominativo, la modalit di iscrizione scelta, il tipo di pagamento effettuato e se si vuole ricevere i gadget per
posta oppure si preferisce ritirarli a mano ad una delle manifestazioni a cui AMys parteciper nel corso dellanno. Se si sceglie di
farsi spedire i gadget abbinati alla quota del tesseramento, bisogna aggiungere 5 di spese postali per ogni invio.

Related Interests